2016 Anagrammi (Estemporanea)

ANAGRAMMI

Serie Estemporanea di opere ispirata dalla affissione massiccia, per le strade della città di Catanzaro, di manifesti recanti la scritta “COSENTINO VATTENE Curva Massimo Capraro”, stampati e diffusi dal tifo organizzato locale come forma di protesta verso il presidente del Catanzaro Calcio Giuseppe Cosentino. Viapiana, anagrammando manifesti di cm 70×100 presi in strada, compone un gruppo di ipotesi verbali che, associate ad una grafica asciutta e perentoria, diventano network visivi paralleli capaci di poetizzare un contenuto originario intimidatorio. In tutti gli anagrammi compare la parola aMor.

TESTO ARTISTA

Mettere mano su un Manifesto è un’operazione perversa. Si profana un perimetro all’interno del quale qualsiasi elemento esiste in virtù di un’unica priorità: auto annunciarsi. La proposta comunicativa viene quindi strutturata dentro uno spazio concepito, già alla sua origine, con la sola finalità di comunicare. Si tratta poi di una manovra vincolata. Perchè il Manifesto è uno strumento replicabile che, per vocazione e storia, si fregia di echi artistici e simbologie da Terzo Stato fortemente connotati e connotanti. Per queste ragioni trovo sia un oggetto bidimensionale che raramente possa prestarsi ad amplessi artistici di ampio respiro. Mi ha davvero gratificato dedicarmi a questa Estemporanea. Mi intrigava l’idea di contaminare un soggetto figurato con un germe di Curiosità, di attivare una piccola e immensa forma di insubordinazione in chi, dopo aver visto gli Anagrammi, avrebbe cercato in quella Scritta il suo. Estetizzare in chiave romantica quel dictat ebbro di appartenenza è stato un presupposto ma, ancor di più, una conseguenza. Quell’istanza dal tono aspro, semplicemente riformulata, restituiva Parole urlate ed esposte alle raffiche e ai tumulti di un sentimento intimo e struggente. Il mio.

aMor vis Campar osCuraaMor su varCa sCompariaMor virus amor spaCCaaMor puro varCa sCismaaMor Corpus sCriva amaaMor CruCis arso vampaaMor primus varCa Caos